lunedì 13 ottobre 2008

Super Lehmann Bros



tratto dal blog di Marco Vicari http://camerettaimbottita.splinder.com/


Come va? Bene. Oggi ho visto in vetrina il nuovo libro di Bruno Vespa. E ho avuto una sensazione di sollievo. Non conosco nessuno che possa regalarmelo

(Ma conosco molti che potrebbero lasciarmelo sullo zerbino come avvertimento. C’è crisi. Le teste di cavallo costano troppo

Il nuovo di Vespa si intitola “Viaggio in un Italia diversa”. Stavolta si tratta di un’inchiesta. Vespa è andato in giro per l’Italia per chiedere alla gente se avrebbero mai comprato un libro del genere

… Ah: a proposito di libri. David Foster Wallace si è suicidato. E D.J. Francesco ha scritto un libro. Gli inquirenti però escludono che i fatti siano ricollegabili tra loro)

Come avrete sentito siamo in crisi. Una grossa crisi. Una profonda crisi economica. Il capitalismo è cosi’ in crisi che vogliono chiudere le borse di mezzo mondo. E costruirci nuovi centri commerciali

C’è da chiedersi cosa faranno tutti quei broker che si vedono alla tv, che fanno tutti quei movimenti esagitati. Li porteranno a casa. E continueranno a fare gli stessi movimenti esagitati. Tutto il giorno. Cosi’ scopriremo che i loro non erano gesti di intesa. E che in questi ultimi anni le borse di tutto il mondo erano in mano a degli epilettici.

Ma la cose stanno per cambiare. Pare infatti che adesso sarà la fine di questi capitalisti amorali, spietati, senza scrupoli, finiti alla sbarra in questi giorni. E’ in arrivo, infatti, una nuova generazione di capitalisti amorali, spietati, senza scrupoli ma con avvocati piu’ in gamba.

A riguardo mi hanno colpito le parole del manager della Lehman Brothers che ha detto: “Dopo tutto quello che è successo, tutte le notti mi sveglio e non riesco più a dormire. Non ricordo in quale paradiso fiscale ho messo i soldi!”

No, no. A parte gli scherzi. Ha detto: “Dopo tutto quello che è successo, tutte le notti mi sveglio e non riesco a dormire. Penso sempre al crac. Ho provato anche a contare le pecore. Niente: mi ricorda la posizione dei miei azionisti”

No, no, no. A parte gli scherzi. Ha detto: “Dopo tutto quello che è successo, tutte le notti mi sveglio e non riesco a dormire. Provateci voi con il letto foderato di diamanti!”

No, no, no. A parte gli scherzi. Ha detto: “Dopo tutto quello che è successo, tutte le notti mi sveglio e non riesco a dormire”. Mi ricorda un pò quello che hanno detto i protagonisti degli scandali finanziari di casa nostra: Ricucci “Dopo tutto quello che è successo, tutte le notti mi sveglio e non riesco a dormire. Anna Falchi Russa”.

Oppure Tanzi “Dopo tutto quello che è successo, tutte le notti mi sveglio e non riesco a dormire. Sogno di fare l’amore con la mucca Lola”

Berlusconi ha comunque tranquillizzato tutti: davanti ai giornalisti ha detto: “State tranquilli e comprate azioni Eni! Sono sicure! Ne ho giusto una quarantina qui. Chi ne prende 30, avrà Bonaiuti in omaggio!”

(Bonaiuti è sempre cosi’ pimpante. Mi ricorda Braccobaldo. Il cane assonnato di Hanna e Barbera… ma dire che assomiglia a Braccobaldo non gli rende giustizia. Somiglia a Braccobaldo mentre dorme. Dorme e russa. Dorme e russa e parla nel sonno. Anzi canta nel sonno: Dorme, russa e, durante il sonno, si canta la ninna nanna da solo.)

Adesso c’è paura che la crisi delle borse arrivi nella vita reale. Da cosa si vede? Stanno fallendo i produttori di videopoker. Ora i veri patiti dell’azzardo passano le giornate davanti al Bancomat.


tratto dal blog di Marco Vicari http://camerettaimbottita.splinder.com/

1 commento:

Marco Vicari ha detto...

Sempre bello ritrovarsi su Bengodi!

Un salutone!

Marco

(un omonimo dell'autore dell'articolo. Ma meno bello)